Cos'è questo? Da questa pagina puoi usare i link ai Web Sociali per salvare Erica Jong: “La Terra della Scopata in un servizio di social bookmarking, o usare il form per inviare via E-mail un link del post a chi preferisci.

Web Sociali

Invia e-mail

E-Mail
settembre 04, 2011

Erica Jong: “La Terra della Scopata

Scritto in: AUTORI

erica-jong.jpg

La terra della scopata
Non è in vendita.

Stretta tra
le tende di mussolina
della stanza dei bambini
ed il rosso damasco
del lupanare,
della bisca clandestina,
del ristorante
dei capimafia
nel cui retro grand’uomini
con gran pance,
gran pistole,
e cazzi piccoli
giocano la vita
d’azzardo
su una carta smazzata
o un tiro
di dadi-

la terra della scopata
non è in vendita.

Puoi rubarla
Se hai il coraggio.

In sogno
puoi salire
alla speciale alcova
sopra l’ombroso El
dove, tra treni ansimanti
che portano occhiuti
esibizionisti
e sbavanti
adolescenti
dalle erezioni
perpetue,
i discepoli della Scopata
vanno a gettar via le vite
ed il seme è pozzanghera
sotto le sedie luminose.

La terra della scopata
non è in vendita
più di quanto
lo sia il mare,
ed ha lo stesso odore.

Relitto oceanico
di bassa marea: sale e marciume
e carne di mare lasciata al sole
troppo a lungo,
dolce melma
tra epoche d’ossa
e polvere.
La terra della scopata
non è in vendita-
il che non vuol dire
che non abbia un prezzo.

Il dazio
è la calma, la quiete
e la vita tranquilla.

La terra della scopata
ha un prezzo.

  • Share/Bookmark

Ritorna a: Erica Jong: “La Terra della Scopata