NUDO DI DONNA

“Riguardo all’obbedienza - Poesie dal corpo” di Dona Amati alla Biblioteca Rispoli, Roma

24 febbraio 2014 · Comments Off

Lunedì 24 febbraio 2014 alle 18,00 a Roma presso la Biblioteca Rispoli, piazza Grazioli 4, per la rassegna curata da Roberto Piperno “Bibliopoesie – poeti contemporanei”, nuova presentazione per

Riguardo all’obbedienza – Poesie dal corpo, di Dona Amati, ed. FusibiliaLibri, canzoniere sull’ Eros declinato nelle sue tre manifestazioni Himeros, Photos e Anteros.Il monologo poetico si svolge sul senso dell’obbedienza dovuta alle inevitabilità del corpo, e sulla suggestione erotica agìta senza l’alibi del sentimento, perché, per citare Anaïs Nin, “L’erotismo è una delle basi di conoscenza di sé, tanto indispensabile quanto la poesia”.

Insieme all’autrice interverranno Letizia Leone, poeta, saggista e Pietro Secchi, docente, poeta, critico.

In lettura dal libro le voci di Dona Amati, Maria Carla Trapani e Ugo Magnanti.loca_-obbedienza_roma_rispoli.png

  • Share/Bookmark

Comments OffCategorie: Eventi · News

Presentazione “Riguardo all’obbedienza – Poesie dal corpo” di Dona Amati

20 settembre 2013 · Comments Off

fusibilia_cover_riguardo-allobbedienza-8-agosto-solo-prima2_piupiccola.JPG

Dopo sette anni Dona Amati torna alle stampe con una silloge monografica, Riguardo all’obbedienza – Poesie dal corpo, monologo con interlocutore sull’ Eros, declinato nelle sue tre manifestazioni Himeros, Photos e Anteros, cioè sul desiderio della carnalità e del sentimento, incentrato sull’archetipo di Lilith e sulle sue inevitabilità, per le edizioni FusibiliaLibri.
Prefazione di Rino Caputo, professore di Letteratura Italiana dell’Università di Tor Vergata, con postfazione della poeta e critica Letizia Leone.
Il libro sarà presentato il 21 settembre in Anzio alle 17,00, all’interno della sezione di poesia e arte performativa curata da Ugo Magnanti per la Biennale d’Arte di Anzio e Nettuno Shingle22J, quest’anno sul tema Donna, prodotto e produttrice, al Museo Civico Archeologico di Villa Adele.

Interventi di Rino Caputo e Letizia Leone.
Letture di Antonella Rizzo e Dona Amati.

Dalla prefazione di Rino Caputo:
“…Raramente, a mio avviso, è dato riscontrare, oggi, una parola poetica così potente, nel suo consapevole esplicito dettaglio dei sensi e, insieme, così elegante e raffinata, nel suo altrettanto esplicito e consapevole maneggio di forme del dire, prosodiche, metriche e stilistiche.
Sicché ‘dal’ corpo, dalle sue parti, mai indagate e rappresentate come perturbanti sineddochi, bensì integrate nel discorso d’amore, si diparte la riflessione poetica come la creatività poietica. [...] Ancora una volta, per poter essere detto Amore, l’amore fatto dal corpo e col corpo deve obbedire alla religione del Verbo, non meno stringente nella sua inequivoca carica di laica e umana prospettazione”.

Dalla postfazione di Letizia Leone:
“…Portavoce di una coscienza femminile silenziosa e invisibile nei secoli, questa poeta-donna vive empaticamente le istanze sociali e politiche più attuali e, inevitabilmente, coinvolge in questa sua chiamata erotica un coro di donne cariche di solitudine e di lotta. Non a caso questo canto d’amore e d’erotismo si colloca sotto la stella dell’energia demoniaca di Lilith. [...] Qui la dimensione energetica dell’erotismo coincide in pieno con la qualità primaria della poesia che è puro piacere della forma, un percepire sensoriale che riporta le parole alla loro dimensione concreta e tattile, sensuale. [...] Un titolo apparentemente sviante dunque, che evoca categorie come trasgressione e divieto, e dove l’obbedienza (parola densa e pesante nella storia del femminile) in una sorta di acrobazia di senso, si piega alla potenza eversiva dell’amore per diventare infrazione”.

Ingresso libero
Info: 3460882439
http://www.shingle22j.com/informazioni-4/calendario-eventi/
www.fusibilia.it

  • Share/Bookmark

Comments OffCategorie: Eventi · News

Da Testaccio a Pietralata - Voci e sòni de Roma

16 gennaio 2013 · Nessun commento

Domenica 20 gennaio alle 17

CENTRO CULTURALE GABRIELLA FERRI

Via Galantara 7 – Roma

SALOTTO ROMANO

canzoni, parole, suggestioni de Roma bbella

“Ma nun c’è lingua come la romana
Pe dì ‘na cosa co ttanto divario
Che ppare un magazzino de dogana”.
da “Le lingue der monno”, G.G. Belli

 

Le parole più conosciute e cantate della tradizione romanesca accompagnate da rime di

TRILUSSA, BELLI, PASCARELLA (e puro Amati)

e dal repertorio della indimenticabile Gabriella Ferri

recital e voce di  

DONA AMATI

accompagnata dalla chitarra di  

DOMENICO PRESTANICOLA

letture di  

MONICA MAGGI

 

“Che cos’ha in comune una poetastra romana con la più grande interprete della canzone romanesca, più di Roma? Testaccio!, e quer friccico capitolino che quanno te pija, te ciancica e nun te molla più, che te fà mòri de pizzichi, abbenanche te ne vai. Ecchece allora a fà poesie, verzi, canzoni, baccajate, da li tempi der “daziere”, a mò. E venitece, che se divertimio un po’!”

 

Ingresso libero

Organizzazione Libra 2.0

http://www.centriculturali.roma.it/eventi/salotto-romano/

info.gabriellaferri@zetema.it

  • Share/Bookmark

→ Nessun CommentoCategorie: Eventi · News

“Voli udibili”, reading di Dona Amati - Anzio, 7 settembre 2012

4 settembre 2012 · Nessun commento

POESIA DA VERNISSAGE

Prologhi testuali per 7 mostre dell’Anno Culturale 2012

progettate da Giusi Canzoneri

per il Museo Civico Archeologico e per la Città di Anzio

ideati e curati da Ugo Magnanti per Fusibilia Associazione.

 

Per

ATTRAVERSO IL VOLO – I GABBIANI DI ANZIO

mostra fotografica di Vittorio Bordoli,

prologo testuale VOLI UDIBILI

di Dona Amati

7 settembre 2012 ore 17,00

Villa Adele, Museo Civico Archeologico, Anzio.

anzio-reading2.png

 

 

  • Share/Bookmark

→ Nessun CommentoCategorie: Eventi · News

“BiciNuragica” – Poesia 2012: Sardegna come viaggio lento, scrittura, voce, territorio, musica, cultura, tradizioni e oltre …

12 agosto 2012 · Nessun commento

logobicinuragica.png

website: BiciNuragica - Poesia 2012

ideazione e organizzazione: Ugo Magnanti

promozione : Fusibilia Associazione Culturale 

“BiciNuragica” – Poesia 2012: Sardegna come viaggio lento, scrittura, voce, territorio, musica, cultura, tradizioni e oltre … Cagliari, Carbonia, Carloforte, Villacidro, Oristano, Busachi, Orotelli, Bosa, Uri, Sassari, Tempio Pausania, Loiri-Porto San Paolo, Olbia, e altre località sarde (letteratura, cicloturismo, ambiente, musica, tradizioni), dal 5 al 16 agosto 2012.

Domenica 5 agosto 2012, alle ore 19.30, a Cagliari, serata inaugurale, col patrocinio della Regione Sardegna, della Provincia di Cagliari, e del Comune di Cagliari, dell’evento ciclopoetico “BiciNuragica” – Poesia 2012”: Sardegna come viaggio lento, scrittura, voce, territorio, musica, cultura, tradizioni e oltre … , a cura di Ugo Magnanti.
La manifestazione, patrocinata anche dalle città laziali di Nettuno e di Anzio, è promossa e organizzata da Fusibilia Associazione (http://www.fusibilia.it/), in coordinamento con l’Associazione Culturale HyperionArt di Cagliari, e in collaborazione con vari enti e realtà isolane, dalle più prestigiose istituzioni letterarie come la Fondazione “Giuseppe Dessì” di Villacidro e il “Progetto Ottobre in Poesia” di Sassari, alle più attive e importanti Associazioni che operano in ambito culturale sul territorio sardo come Botti Du Shcoggiu di Carloforte, Teatro del Sottosuolo di Carbonia, Teatro dell’Oppresso (sezione di Bosa), o come la Cooperativa La Memoria Storica di Cagliari, e l’Antiquarium Arborense – Museo Archeologico “Giuseppe Pau” di Oristano, fino alle Amministrazioni Comunali di Tempio Pausania, Busachi, Orotelli, Uri, Carbonia, Bosa, Loiri-Porto San Paolo, e la Pro Loco di Tempio Pausania, all’Assessorato Turismo, Eventi, Cultura e Sport della Provincia di Carbonia-Iglesias, nonché con l’apporto di dinamiche presenze culturali dell’Isola come la Libreria Ti con zero di Bosa, e l’Associazione Libraialcentro di Sassari, o enogastonomiche, come Enoteca Verdefiume di Bosa, e Enoturismo in Sardegna di Giuliano Lenzini, o turistiche, come l’Hotel Regina Margherita di Cagliari, e l’Hotel La Baja di Santa Caterina di Pittinuri, Cuglieri (Oristano).
Questa rassegna poetica itinerante in bicicletta, che prevede reading, musica, performance on the road, interviste-happening, annotazioni sugli aspetti urbanistici-ambientali dei territori attraversati, e altro, farà tappa in diverse località dell’Isola, vale a dire Cagliari, Carbonia, Carloforte, Villacidro, Oristano, Busachi, Orotelli, Bosa, Uri, Sassari, Tempio Pausania, Loiri-Porto San Paolo, toccando altre località sarde, per concludersi il 16 agosto a Olbia, con un breve happening on the road di congedo presso l’imbarco della Stazione Marittima Isola Bianca.
Insieme al poeta Ugo Magnanti parteciperanno alla manifestazione il ‘suonicista randagio’ Daniele Contardo, il geometra Fabrizio Lenza, e la giornalista e scrittrice Sonia Topazio.
Il gruppo di “BiciNuragica” percorrerà il tragitto in bicicletta portando poesia, in senso stretto e in senso lato, nei luoghi storici, nelle piazze e nelle strade delle città attraversate.
Ad ogni tappa corrisponderà un incontro, nel quale poeti, musicisti, e artisti sardi si affiancheranno al gruppo itinerante di “BiciNuragica”. Proprio alla cultura sarda, tradizionale e contemporanea, sarà riservato ampio spazio nel corso della manifestazione: sono infatti previste importanti partecipazioni di autori sardi, come pure contributi più spontanei.
L’iniziativa “BiciNuragica” esprime una sintesi fra le origini dell’evento, individuabili nel format “Sicilia Poetry Bike” del 2008 e del 2009, caratterizzato soprattutto da incontri letterari prestabiliti, e gli sviluppi degli anni successivi, in particolare di “EpoSillàBici” 2011, in cui si ampliano le modalità della ciclopoetica immettendovi una più spiccata dimensione civico-ecologia e territoriale, estendendo la parte relativa agli happening poetici on the road, e introducendo scritture in itinere, ed estemporanei incontri-interviste con poeti, scrittori, artisti, abitanti dei territori.
Aderisce all’iniziativa il progetto “Borracce di Poesia” del ciclopoeta Alessandro Ricci, che già dal 2007 ha avuto l’idea di coniugare la poesia con la bicicletta, partecipando a varie manifestazioni. Durante l’inaugurazione di Cagliari, le sue quartine, che raccontano il mondo visto dalla bici, saranno distribuite, estratte dalle borracce, e lette da alcuni degli artisti presenti.
Tutta la manifestazione, da Cagliari a Olbia, sarà seguita in diretta dalla radio pontina MusicaRadio 101.5, con brevi collegamenti telefonici quotidiani, curati da Antonella Melito, e da Radio Internazionale Costa Smeralda di Olbia, nell’ambito del programma in diretta “Mattina Internazionale”. Inoltre ogni giorno su Radio Freerumble si potrà seguire l’evento con un podcast riassuntivo della tappa.
L’evento avrà un preludio il venerdì 3 agosto nella Città di Nettuno, in provincia di Roma, dove vi sarà una conferenza stampa con partenza simbolica verso l’Isola. Si rinnova così lo stretto legame della città tirrenica con le origini di questo evento, a partire dal “Sicilia Poetry Bike” del 2008, quando il sindaco di Nettuno trasmise al ‘cittadino’ Ugo Magnanti un messaggio di ‘amicizia mediterranea’ da portare nelle città attraversate.
Anche la Città di Anzio conferma la sua adesione all’iniziativa ciclopoetica, come già lo scorso anno in favore di “Eposillabici: il geoemetra e il poeta”: Rimini-Anzio ricordando Amilcare Cipriani, nel 150° anniversario dell’unità nazionale.
Il logo di “BiciNuragica” è stato realizzato da Paolo Baghino.

  • Share/Bookmark

→ Nessun CommentoCategorie: News

IN ONDA INCONTRIAMOCI ALL’ISOLA con Dona Amati e Ugo Magnanti di Iolanda La Carrubba

26 giugno 2012 · Nessun commento

Dona Amati e Ugo Magnanti inaugurano la rassegna “IN ONDA - INCONTRIAMOCI ALL’ISOLA” a cura di Iolanda La Carrubba, Isola Tiberina, Roma, 20 giugno 2012.
Tra conversazione e performance poetiche, una coppia racconta di progetti e (im)probabilità e del come l’accidentale rottura di un fusibile abbia aperto gli orizzonti di un’associazione.

Il tutto condito dal talento musicale del cantautore Amedeo Morrone. In anteprima dal suo ultimo CD, due composizioni su testi di Dona e Ugo.

  • Share/Bookmark

→ Nessun CommentoCategorie: News

BARRARE IL TITOLO (alias scarabocchiare)

16 maggio 2012 · Nessun commento

 noi.jpg

Ruggero era il nome di quello che è mio padre e per i suoi natali così lontani dai miei, pesava due generazioni in più.

Tra le persone che frequentava alcune erano anche più grandi, quindi dieci lustri sicuri più della mia età.

Spesso i visitatori abituali di quel gran monumento che è il ministero dove lavorava, una sontuosità di stucchi e scartoffie con quel titolo abrasato sul timpano della facciata (Educazione nazionale) erano distinti signori, i capisaldi conclusivi del Galateo che, con vezzo un po’ retrò, prima di consegnare brevi-manu  a mio padre il biglietto da visita, barravano con la penna il titolo di studio, o quello professionale con quel fare ondivago tra umiltà e supponenza (depenno in tua presenza per non farti pesare il titolo ma intanto vedi che ce l’ho), a voler significare “ti favorisco la cortesia di ometterti le mie intitolazioni, siamo pari, confidenti, gomito a gomito”; la conversazione susseguente poi, distraeva entrambi ed io che ragazzina incuriosita non capivo, mi divertivo a ritrovare con mano discreta nelle sue tasche, il biglietto con quel segnaccio d’inchiostro sull’ Avv., Dott., Comm., Uff., Ing., Prof. contingente, e mi stupivo di come potesse convivere in mio padre quella realtà in deroga all’altra che mi vedeva oggetto di esortazioni continue a non far orecchioni e scarabocchiature sulla pagine dei quaderni, tantomeno sulle cose già stampate.

Non avevo ancora maturato titoli e se anche fossi stata ipoteticamente dotata di biglietto di presentazione da porgergli, non avrei potuto depennare nulla, non si era sviluppata la necessaria confidenza per essere pari a pari; era piuttosto raro avvenisse su una distanza di tre generazioni.

Ma in barba al movimento ’68, ammiravo quella sua aria spavaldamente matusa e demodé: se  così lui non fosse stato, di chi sarebbe stato il fianco su cui avrei allenato il mio spirito combattivo e formato la mia autonomia decisionale? Prenderne le distanze lancia in resta, mi ha aiutato a crescere.

Da tanto tempo non vedo più barrare i titoli. Forse, era solo patinata cortesia d’altri tempi.

Mio padre tra tre anni ne avrà 100: era un signore elegante nato nel ‘915.

Dona Amati

IV di gennaio 2012

  • Share/Bookmark

→ Nessun CommentoCategorie: News · Testi Dona Amati

“ESCARNAZIONI - lettura scenica in versi, frizzi e lazzi sugli uomini, e i loro andazzi.” a Terni, “Esattopposto”

25 marzo 2012 · Nessun commento

locaterni28marzosito.png

‎28 MARZO 2012 ore 20,00. via Barnaba Manassei 21

Nuovo incontro con Dona Amati  di Fusibilia Ass.ne all’ESATTOPPOSTO di TERNI, risto-enoteca di raffinato stile.

Una nuova digressione poetica nell’universo duale femminile-maschile con tratti di comica inclemenza. Grandi autrici/ori del passato e del presente accompagneranno con il movimento dei loro versi una serata all’insegna delle delizie per il palato e del diletto per l’intelletto.

L’evento è inserito nella rassegna dedicata al romanzo noir “Donne scarlatte e uomini neri” dello scrittore Augusto Scano, promossa da Efit Foundation impegnata nelle azioni di solidarietà sociale.

http://www.efitonline.com/news_detail.php?id=58

http://www.donnescarlatteeuominineri.it/

http://www.fusibilia.it/

  • Share/Bookmark

→ Nessun CommentoCategorie: Eventi · News

“Le parole per dirlo” Festival della poesia al femminile - Sezze 8,17,21 marzo 2012

16 marzo 2012 · Nessun commento

donnalocweb.jpg

Il secondo appuntamento è in programma per sabato 17 marzo, alle ore 16.30 presso il Museo Archeologico di Sezze (Largo Bruno Buozzi, 1).

Il Festival è patrocinato dalla Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, che ha riconosciuto “l’alto valore dell’iniziativa volta alla tutela della poesia femminile”, dall’Università di Roma “Tor Vergata”, dall’Ass.ne Nazionale “Le MeleGrane”, dall’Archivio Storico Sindacato Nazionale Scrittori e dall’I.S.I.S.S. “Pacifici e De Magistris” di Sezze.

Diverse sono le associazioni che hanno aderito al festival tra cui: Araba Fenice, Il Grillo, Circolo Culturale Setina Civitas, Associazione Minerva – Formazione, Orientamento e Ricerca – , I Turapitto, Le Colonne, Matuta Teatro, Anjuman.

Alla manifestazione, che si è aperta lo scorso 08 marzo, parteciperanno 56 poetesse provenienti da tutta Italia.

Questi i nomi delle poetesse protagoniste della giornata di sabato 17 marzo: Amati Dona, Argentino Lucianna, Baccarini Irena, Buscemi Antonia, Calandrone Maria Grazia, Campiglio Valentina, Capalbi Maddalena, Crippa Ada, De Lisi Valentina, Della Porta Fortuna, Fava Vincenza, Martufi Silvia, Marulli Cinzia, Muti Daniela, Olivi Terry, Osnato Monica, Pacillio Rita, Polidori Marinella, Quintavalla Maria Pia, Riggio Rosa, Riviello Lidia, Therezinha Teixeira de Siqueira.

Il festival si concluderà il prossimo 21 marzo, Giornata Internazionale UNESCO della Poesia.

  • Share/Bookmark

→ Nessun CommentoCategorie: Eventi · News

ESCARNAZIONI, digressioni poetiche - lettura scenica tra eros e tanathos.

20 febbraio 2012 · Nessun commento

locaterni2.png

Nell’ambito della rassegna noir imperniata sul romanzo “Donne scarlatte e uomini neri” di Augusto Scano, una lettura scenica di e con Dona Amati: “Escarnazioni”, digressioni poetiche e incursioni nella parola tra eros e tanathos”, all’Esattopposto di Terni, via Barnaba Massanei 21 ore 20,00.

Attingendo là dove autori classici e contemporanei hanno maggiormente lasciato la loro impronta suggestiva, proponendo varianti comiche sul tema noir e drammatiche sui temi leggeri, tra luoghi comuni e morbosità inevitabili, una incursione tra le parole in un’accattivante cornice enogastronomica di alto livello.

Sotto l’egida di Efit Fondazione, connubio tra cultura e solidarietà, saranno presenti anche le opere del pittore Stefano Colangeli.

info: 3332053442
www.efitonline.com
www.donaamati.it
www.fusibilia.it

  • Share/Bookmark

→ Nessun CommentoCategorie: News

Bad Behavior has blocked 12505 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail
Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Approfondisci
Ok