NUDO DI DONNA

Articoli marcati comefemminismo

Femminicidio: figlio del patriarcato che è figlio del maschilismo che è figlio dell’androcentrismo

3 giugno 2016 · Comments Off

Una morta ammazzata al giorno sul patrio suolo e allora si cerca di commentare la cosa, sui giornali cartacei ad esempio, o sul web, individuando le contromisure. Protezione. No, non mi piace il termine “proteggere” le donne. Significa mettere in atto interventi sulla potenziale vittima e non sulla cultura patriarcale (non potenziale ma effettiva) che schianta le donne che non si allineano. E ribadisco ancora una volta che femminismo attivo e fede religiosa sono incompatibili e contrari: le tre religioni abramitiche maschiliste, basate sull’idea di un dio maschio con officianti maschi, convergono sull’ossessivo dominio e controllo delle donne, riferendone da secoli la responsabilità per la “perdizione” dell’Uomo. Favole e menzogne trasversali ai deliri patriarcali, che sono costate la vita a miliardi di donne nei secoli, e che di fatto autorizzano per loro violenza e disprezzo. Se proprio devo decidermi per una favola, allora scelgo l’archetipo salvifico delle donne, Lilith, colei che si è ribellata a dio e Adamo, colei che di sua sponte ha abbandonato un paradiso che tale era solo se si sottometteva, colei che ha “scelto”. Nell’Eneide l’oracolo (che ricordo, è donna) dice “cercate l’antica madre” per trovare la nuova patria. E la patria delle donne è lì dove non viene consentito a maschi predatori di agire, che siano umani, che siano divini.
“Innanzi a tutto con questa preghiera fra tutti gli dèi la prima profetessa, Terra, io venero. E dopo di lei Themis, che con la madre, per seconda - a quanto si dice - sedeva sul trono della profezia; e poi toccò per terza a un’altra Titanide - erano d’accordo, e non ci fu violenza - e la figlia della Terra sedette sul trono: Febe. Fu lei a concedere a Febo il potere profetico, come dono natale”.
Eschilo, “Eumenidi
Perle di misoginia:
“Benedetto tu o Signore Nostro D. Re del mondo che non mi hai fatto donna”. Torah ebraica

“Quando una donna sarà rimasta incinta e darà alla luce un maschio, sarà immonda per sette giorni; sarà immonda come nel tempo delle sue regole (n.d.r.: mestruazioni). L’ottavo giorno si circonciderà il bambino. Poi essa resterà ancora trentatrè giorni a purificarsi dal suo sangue; non toccherà alcuna cosa santa e non entrerà nel santuario, finché non siano compiuti i giorni della sua purificazione. Ma, se partorisce una femmina sarà immonda due settimane come al tempo delle sue regole; resterà sessantasei giorni a purificarsi del suo sangue.” (Bibbia, Levitico)
“La donna non è fatta a immagine e somiglianza di Dio. È nell’ordine della natura che le mogli servano i loro mariti ed i figli i loro genitori, e la giustizia di ciò risiede nel principio che gli inferiori servano i superiori”. Sant’Agostino, padre della chiesa cristiana cattolica, Questioni sull’Eptateuco, Libro I, § 153.
“Non permetto alla donna di insegnare, né di comandare all’uomo, ma se ne stia silenziosa. Infatti Adamo fu plasmato per primo, poi Eva; e non fu sedotto Adamo prima, ma la donna essendo stata sedotta cadde nella trasgressione.” (San Paolo, Lettere a Timoteo)

“La donna è male sopra ogni altro male, serpe e veleno contro il quale nessuna medicina va bene. Le donne servono soprattutto a soddisfare la libidine degli uomini.” San Giovanni Crisostomo

“Adamo è stato condotto al peccato da Eva, non Eva da Adamo. È giusto, quindi, che la donna accolga come padrone chi ha indotto a peccare.” (Sant’Ambrogio)

34 Gli uomini sono preposti alle donne, a causa della preferenza che Allah concede agli uni rispetto alle altre e perché spendono [per esse] i loro beni. Le [donne] virtuose sono le devote, che proteggono nel segreto quello che Allah ha preservato. Ammonite quelle di cui temete l’insubordinazione, lasciatele sole nei loro letti, battetele. Se poi vi obbediscono, non fate più nulla contro di esse. Allah è altissimo, grande. (Corano, Sura IV)

“O credenti. Quando vi accingete alla preghiera lavatevi la faccia e le mani. Se avete toccato donne e non trovate acqua, cercate della polvere pulita e passatevela sulla faccia e sulle mani.” (Corano, Sura V, 6)

Dona Amati, 3 di giugno del 2016
  • Share/Bookmark

Categorie: News · Testi Dona Amati
Contrassegnato da tag: , ,

Bad Behavior has blocked 126 access attempts in the last 7 days.

Chiudi
Invia e-mail
Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok